Medol® – Yamamoto

8,00

Descrizione

Medol® è un integratore alimentare indicato per le donne a base di estratti di agnocasto, angelica, partenio, magnesio e vitamina B6. L’agnocasto, l’angelica e il partenio aiutano a contrastare i disturbi del ciclo mestruale. Il magnesio contribuisce alla riduzione della stanchezza e dell’affaticamento e alla normale funzione psicologica. La vitamina B6 contribuisce alla normale formazione dei globuli rossi, alla regolazione dell’attività ormonale e al normale funzionamento del sistema nervoso.

Moltissime donne soffrono dei fastidiosi disturbi, spesso anche limitanti, nei giorni precedenti il ciclo mestruale, “la “sindrome premestruale”. Questi disturbi si manifestano con una sintomatologia complessa, in alcuni casi con forme molto acute e invalidanti anche per alcuni giorni. La sindrome premestruale si fa sentire circa 7-10 giorni prima della comparsa del mestruo, con dolore e tensione al seno, frequente cefalea,”tipica” irritabilità con deciso calo dell’umore, aumento dell’ansia, maggiore stanchezza, gonfiore addominale e agli arti inferiori, comparsa di brufoli, tendenza a ricercare cibo (in particolare verso dolci e carboidrati in generale).

A tutto questo complesso di sintomi, non è stata attribuita una causa univoca alla sindrome premestruale, si pensa infatti che concorrano diversi fattori che agendo sinergicamente provochino questa comparsa dei sintomi.

Le variazioni ormonali durante il ciclo mestruale sembrano essere una causa importante, ma possono esserci squilibri a livello dei neurotrasmettitori cerebrali (vedi dopamina e serotonina), in grado di influire a livello psicologico e sicuramente anche gli eventuali problemi di stress ed emozionali, come la depressione, anche se non sembrano causare la sindrome, possono enfatizzarla.

Dati scientifici attribuiscono alla carenza di magnesio la responsabilità di sintomi, come il mal di testa, i crampi muscolari e i dolori all’utero, dovuta ad un incremento della produzione di ormoni, come l’aldosterone, che regolano il bilancio dei sali minerali nel nostro corpo. Relativamente allo squilibrio ormonale si pensa anche che un innalzamento del livello di estrogeni e di prolattina sia alla base dell’aumento di volume e del dolore al seno, della ritenzione idrica che causa aumento di peso e stipsi.

Sta di fatto che moltissime donne in questi “giorni particolari”, soffrono di tutte queste (o parte) sintomatologie psicofisiche da arrivare a condizioni più o meno debilitanti.

A questo proposito, la nutraceutica ha dimostrato avere alcune interessanti ed efficaci armi per prevenire o alleviare (almeno in parte) questi fastidi.

L’agnocasto (Vitex Agnus Castus L.) è detto anche “Albero della Castità”, perché nel Medio Evo veniva utilizzato dai monaci per inibire la libido nei monasteri, per le sue qualità anti-afrodisiache. Non a caso come curioso sia il suo nome latino “Vitex agnus castus”troviamo “agnello casto”, che richiama a questa sua proprietà di rendere l’uomo “casto come un agnello”.

Del resto, diversi studi hanno dimostrato l’effetto benefico dell’Agnocasto su tutti i sintomi della sindrome premestruale ed è diventato per molti ginecologi un comune integratore consigliato, ed il Ministero della Sanità tedesco ne ha già approvato l’uso proprio per le irregolarità del ciclo mestruale, la sindrome premestruale e la mastodinia (dolore al seno che peggiora in fase premestruale). La parte utilizzata negli integratori naturali per la sindrome premestruale sono i frutti essiccati, ricchi di flavonoidi, glicosidi e terpeni.

L’Agnocasto pare avere una azione diretta al sistema endocrino femminile, in particolar modo all’ipofisi, dove avviene il rallentamento del rilascio di prolattina e l’equilibrio tra estrogeni e progesterone. I benefici a seguito dell’assunzione di Agnocasto si manifestano poi con la riduzione della tensione mammaria, una miglior regolazione del flusso mestruale, ma anche il controllo delle vampate che lo rende utilizzabile anche in caso di menopausa. Nella maggior parte dei casi gli estrogeni predominano a spese del progesterone, e questo porta al coro greco della sindrome premestruale, i cui disturbi includono irritabilità, seni sensibili e dolorosi, ritenzione idrica e dolore uterino, ma anche mestruo abbondante, infertilità, aumento di peso, cellulite, emicranie, compulsione alimentare o acne. L’Agnocasto agisce così direttamente sugli ormoni femminili, estrogeni e progesterone, influenzando il ciclo mestruale, migliorando la fertilità, ed il tono dell’umore. Inoltre interviene sulla produzione di dopamina e prolattina che influenzano la secrezione del progesterone.

Un altro fitoestratto di utilità per la sindrome premestruale è l’Angelica (Angelica Sinensis) che è utilizzata nella MEdicina Tradizionale Cinese per sostenere l’apparato femminile e lenire i disturbi mestruali, quali amenorrea, dismenorrea e condizioni disequilibranti da menopausa. La parte utilizzata negli integratori naturali per la sindrome premestruale è la radice, che contiene acido ferulico, vitamine B12, A ed E, acido ascorbico, fitosteroli e sali minerali. L’Angelica agisce sulla muscolatura liscia, in particolare come fattore miorilassante “antispasmodico” sulle contratture uterine, riducendo crampi e spasmi caratterizzanti dismenorrea (quando le mestruazioni sono dolorose) e come antinfiammatorio per l’apparato femminile. La tradizione cinese suggerisce che l’Angelica trova anche applicazione per alleviare le vampate di calore e sudorazione associata alla menopausa. L’Angelica ha la proprietà di riequilibrare in generale l’assetto ormonale femmine e da qui si spiegano in parte i benefici a carico di tutti i sintomi ginecologici.

Un altro prezioso alleato su cui le donne possono contare per contrastare l’antipatica sintomatologia di questo particolare periodo prima del ciclo è il Magnesio. Durante i 7-10 giorni della fase luteale che portano alle fluttuazioni degli estrogeni e del progesterone con squilibri neurotrasmettitori, saltano fuori una vasta serie di sintomi emotivi “tipici”, fisici e comportamentali ben conosciuti dalle donne e….da chi gli sta di fianco… La scienza anche se sta ancora cercando di scoprire con precisione i meccanismi alla base della sindrome premestruale, ha fatto emergere con alcuni studi che la carenza di magnesio durante la fase luteale è un fattore influente, specie per determinati sintomi, come l’emicrania, dolore crampiforme da ciclo mestruale, sull’irritabilità e sul malumore, dove la somministrazione di magnesio ha dimostrato per la maggior parte delle pazienti coinvolte negli studi, una sensibile diminuzione del fattore dolore e irritabilità.

Nella fitoterapia moderna viene il Partenio viene utilizzato per prevenire crisi di emicrania e cefalea, ma è stato via via riscoperto il suo benefico effetto in caso di sindrome premestruale e dolori durante il ciclo. Il suo principio attivo è il partenolide, un analgesico che esplica un’azione di rilassamento della muscolatura liscia dei vasi sanguigni, ed impedisce il rilascio di serotonina, causa scatenante dell’emicrania. Ciò può andare sicuramente a favore delle donne che ne soffrono durante “quei giorni”, ma in particolare è grazie all’effetto “antispasmodico” che viene consigliato nella sindrome premestruale, per cui in caso di dolori durante il ciclo, dove può attenuare anche sensibilmente l’intensità di questi. Come per le altre sostanze naturali precedenti, il Partenio si presta come aiuto prezioso e sinergico per le donne, preso almeno sette-dieci giorni prima del periodo.

La vitamina B6 (piridossina) è spesso presente in tutti questi integratori per le problematiche femminili sulla sindrome premestrualeì, in quanto definita “vitamina della donna” perché si presenta in grado di alleviare il dolore al seno, il mal di testa e di diminuire la ritenzione idrica oltre che gli sbalzi di umore, essendo coinvolta nel processo di sintesi della serotonina. Inoltre tra le sue funzioni c’è quella di mantenere l’equilibrio ormonale aumentando la produzione di progesterone ed aumentando la demolizione degli estrogeni da parte del fegato. Agisce anche sulla percezione del dolore, aumentandone la soglia.

Posologia: 1 compressa al giorno 7-10 giorni prima del periodo mestruale.

Esaurito

Descrizione

Informazioni nutrizionali

15 compresse
Informazioni nutrizionali
Dose giornaliera: 1 compressa
Per dose giornaliera (1 compressa) %AR*
Estratto secco di agnocasto
di cui agnosidi
200 mg
1 mg
Estratto secco di angelica
100 mg
Estratto secco di partenio
100 mg
Magnesio
56,3 mg 15
Vitamina B6
3 mg 214
*AR: Assunzioni di Riferimento
Ingredienti: bisglicinato di magnesio, agenti di carica: cellulosa, fosfato dicalcico; estratto secco di agnocasto (Vitex agnus-castus L., frutto) 0,5% agnosidi, estratto secco di angelica (Angelica sinensis (Oliv.) (Diels), radice), estratto secco di partenio (Tanacetum parthenium (L.) Sch. Bip., parte aerea con fiori), agenti antiagglomeranti: biossido di silicio, sali di magnesio degli acidi grassi; vitamina B6 (cloridrato di piridossina).
Modalità d’uso: assumere 1 compressa al giorno con acqua.

Avvertenze

Non superare la dose giornaliera consigliata. Gli integratori alimentari non vanno intesi come sostituti di una dieta variata. Una dieta variata ed equilibrata e uno stile di vita sano sono importanti. Tenere fuori dalla portata dei bambini al di sotto dei tre anni. Conservare in luogo fresco e asciutto. Evitare l’esposizione a fonti di calore e a raggi solari.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Medol® – Yamamoto”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.